RCBazar utilizza i cookie. Chiudendo questo banner, cliccando su OK, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie

Ho fondato RCBazar.net nel Marzo 2003 e lo gestisco praticamente da solo. Mi trovo spesso nell'impossibilità  di aggiornarlo e per questo motivo ho deciso di aggiungere un modulo di collegamento con la pagina di FaceBook. Per informazioni scrivete a: info@rcbazar.com.
Top Panel
Venerdì, 18 Ottobre 2019
- - - - - -
A+ R A-

Tarmac Story

  • 20 Ago 2004
Cosa pensare di loro, le nostre splendide amanti, in una afosa notte d'estate... Il caldo della notte impedisce di dormire, e domani c' è la gara, sveglia presto, trasferimento, preparazione, il motore nuovo dovrei proprio decidermi ad addormentarmi.
Chissà  se riepnsare ai vecchi modelli può farmi fare buoni sogni già , i vecchi modelli.. un' assa con 4 gomme, da incollare e tornire, alluminio e plastica nera Pochi pezzi sempre gli stessi qualcuna addirittura col differenziale, ma solo le versioni pro
Poi il giochino fatto con servi che nemmeno a urlarglielo sterzavano in tempo
Dai Bikko sembri un nonno, smettila penso
Eppure una Serpent con gli ammortizzatori ad estensione anziché Glossary Link compressione, da tanto non ne vedo una e poi le Space, con le plastiche bianche e i cardani ad esagono. Già , una più innovativa dell'altra.
E la Mangusta? Con la trasmissione a ingranaggi come le 1:5 di oggi, vent' anni fa. Poi perché Mangusta mi chiesi perche mangia i Serpenti  mi dissero
Affascinante mondo.
E poi quei geni di Bologna, tiran fuori la 891 da applausi, la fan distribuire da Kyosho, l'apoteosi, tutti ne abbiamo avuta una.
E nessuno la ricorda più, come quella a 17 anni con cui siam stati un po' tutti, e che ora nessuno ricorda come si chiamasse
Già , ma quando il Campione la abbandona lei si lascia morire, prova ad affascinare altri amanti, ma i nuovi vestiti sexy, nel 94, 95 e poco più in là , a nulla servono, i suoi capelli ormai grigi come le sue plastiche sono da crepuscolo degli dei e pensare che tutti ne parlavamo, tutti ci siamo sentiti machi con lei almeno una volta
Poi c' erano le alternative, le RedOne nipoti delle plurivittoriose Space, le PB, che inventavano tutto con 15 anni di anticipo, e chi invece era un signore beh aveva la Picco, una splendida modella milanese dalla bellezza abbagliante, Genesis si, era proprio così che si chiamava.
Quella olandese sfuggente invece come si chiamava? ah già  Excel, che nome te la ricordavi sempre come Serpent, impertinente, veniva fin in terra di motori a farsi guardare, e qualcuno lo ha pure adescato. Poi quando si è fatta pubblicità  col Campione beh lì è diventata beniamina di tutti, di quelle modelle che hai sempre in mente, sculettante, sofisticata. Ogni giorno cambiava qualcosa, tranne il suo ancheggiare impertinente, indomato. Nessuna è stata così amata, ma i modellisti sono volubili, e la figlia di quella olandese, tanto più bella della madre ed elegante nelle movenze ci ha stregato, monopolizzzando gli occhi di tutti. E poi quel modo viziato di cambiare look così spesso, davanti, dietro ti sentivi sempre a disagio, obbligato a pagare i suoi conti eeh la Vector, quante soddisfazioni
Da non credere che esistessero altre modelle così tanto belle, eppure nel milanese la Famiglia Picco era sempre in grande forma, a parte la RS600, sempre pallida, le varie Compact e Integra erano figlie splendide, forse non avevano il portamento dell'olandese, ma il luccichio dei bracci della Compact
Poi quella cometa, americana credo dal cognome HPI, e dal nome singolare, Proceed mi pare. Un' amichetta con cui si uscì qualche volta in estate, ma nulla più. Di quelle che finito il gioco dimentichi persino di chiedrle il numero di telefono, pur sapendo che non la richiamerai.
Ma le bellezze si trovano anche in Europa, e appena oltralpe una svizzera meravigliosa si presenta come outsider in ogni campo, le sue forme scopite, la sua consapevole bellezza, la rendono un culto da adorare, pochi a dire la verità  i suoi amanti, non si è concessa troppo, ma è sempre stata una diva, niente particolarità , ma ben fatta. Come nessuna mai lo è stata più.
Poi quella di colore, BlackOne, una ragazza semplice e di poche pretese, un pizza, un cinema, e ti faceva divertire, ma di quelle che, forse nella loro semplicità  di ragazze della bassa, non spuntano sulle altre, ma quando un sabato vuoi uscire e le altre  sono impegnate magari col trucco, sai che lei ti dirà  si. Ma intanto ti continui a guardare in giro.
Anche perché sai che dall'Olanda presto arriverà  una nuova , si dice bellissima, di quelle da togliere il fiato. Ma intanto dall'Oriente arriva una invasione di bellezze, avevo portato fuori un paio di volte la MRX2 di un amico, ma non c' era stato niente di serio, soprattutto dopo i litigi avuti con la intrattabile signora Sting. Forse quello fu il suo punto debole, una madre che aveva litigato con molti, e anche se il suo carattere era molto docile e aveva vinto i più importanti concorsi di bellezza , rimase poco tempo nella compagnia. Certo che la MRX3, da diva, si fece anticipare da un book fotografico di un certo livello. Lei forse non era speciale, ricordava molto alcuni tratti della bella Vector, soprattutto dopo il lifting, quando si faceva chiamare NT. Certo da vedere era bella, ma semplice, quasi ingenua. Forse queste sue caratteristiche le diedero il successo, meritato, che ha avuto. Certo che soddisfazioni ne ha date tante, e a tanti. Ma come sempre gli uomini appena arriva la Veteq, nemmeno il tempo di scendere dall'aereo e tutti vogliono prenotarsi per uscire con lei. E ancora nessuno c' è stato . Poi arriva, dopo ritardi e promesse non mantenute, quasi al termine della pazienza, ma la si perdona subito, perchè è ancor più bella di quanto si pensi. E' molto oltre le altre, nessuna ha il suo charme, il suo modo di presentarsi. La riconosci subito ovunque. Ma è sempre stanca, malata, ogni giorno la sua salute peggiora, tossisce nei curvoni, le spalline del reggiseno non stanno mai a posto, si rompe spesso, e agli appuntamenti importanti non è mai puntuale, sempre sostituita da NT che accampa scuse per lei. Si prova di tutto, un primo intervento sul serbatoio, poi l'anno successivo un impianto radicale che la lascia traumatizzata, non è più la stessa. Intanto la signorina Mugen esce sempre, puntuale, rigorosa, facile  e conquista molti estimatori, anche famosi, che la portano nel bel mondo, ai concorsi più importanti dove diviene presto vincitrice come la mamma. Intanto dall'oriente si rendono conto che in Europa le orientali tirano, e kyosho propone una delle sue gheishe più belle, la Phantom che forse perché arrivata sola, o forse perché effettivamente poco più che carina, conquista qualche amante del genere, ma nulla più.
Dall'agenzia di modelle olandese allora vengono gi๠con nuove leve, cambiano famiglia, lasciano che la splendida Veteq al suo destino, quasi ripudiandola in silenzio. Allora arrivano con una freddissima 950, algida e severa come una donna militare, ha passato tutti i test dimenticati prima sulla Veteq, ma non ha sapore e piace pur senza conquistare.
Capito che la MRX3 la fa da padrona grazie ai suoi modi educati e gentili e alla sua bellezza semplice, decidono gli olandesi di fare il contrario, puntano come sempre sulla sofisticatezza, sul clamore, e ritagliano per la loro bellezza un meraviglioso vestito italiano, le cambiano passaporto e la chiamano 950 R, il doppio nome come una nobile. In effetti l'aria nobile c' è tutta e gli Italiani sono sempre stati attirati dai nomi altisonanti, e torna ad avere successo. Dal Giappone però qualcuno ha chiamato i migliori truccatori italiani, dando loro carta bianca per dare prestigio alle nobili casate orientali ricche di bellezze, e allora Evolva si presenta, incarnando uno spirito semplice. E' ben fatta, molto ben fatta, ma un po' troppo semplice, e sola, non ha ha abbastanza agganci per sfondare del tutto, ma si fa apprezzare, soprattutto dai grandi intenditori. E intanto aspettiamo la figlia della signora Mugen, di cui è stato reso noto il nome e qualche ritratto, ma che non si sa quando debba arrivare, che abbiano capito che le belle donne si fanno aspettare ? Certo è bello pensare con quante siamo usciti e quanto fossero belle ad ogni uscita.
Eppure ancora non ho sonno, allora mi alzo, e scendo le scale.. il mio harem che bello vederle tutte lì, insieme, a guardarti e sperare di essere scelte
Ora non posso ragazze, domani c' è la gara .

Bikko

Chi siamo

Ho fondato RCBazar.net nel Marzo 2003 e lo gestisco praticamente da solo. Mi trovo spesso nell'impossibilità  di aggiornarlo e per questo motivo ho deciso di aggiungere un modulo di collegamento con la pagina di FaceBook. Per informazioni scrivete a: info@rcbazar.com.