RCBazar utilizza i cookie. Chiudendo questo banner, cliccando su OK, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie

Ho fondato RCBazar.net nel Marzo 2003 e lo gestisco praticamente da solo. Mi trovo spesso nell'impossibilità  di aggiornarlo e per questo motivo ho deciso di aggiungere un modulo di collegamento con la pagina di FaceBook. Per informazioni scrivete a: info@rcbazar.com.
Top Panel
Sabato, 23 Febbraio 2019
- - - - - -
A+ R A-

Motonica P.8 rivoluzione in pista ?

  • 19 Gen 2006

Da giorni è spuntato sul web e nei si dice  di radio box un nuovo nome per il settore pista, è Motonica. Il modello da quanto si deduce sarà  commercializzato dalla Fastom srl che distribuirà  anche i nuovi motori BP Racing nella versione 2006 che dovrebbero sempre avere il carter sdoppiato e parti ricavate dal pieno mentre altre in pressofusione. Tra i prodotti commercializzati pare ci siano anche le gomme di cui si è sentito tanto parlare sulle piste 1:8 onroad, le X-Tyres. Riguardo queste coperture e sempre dai discorsi di Radio Box si parlava di una produzione, almeno per quanto riguarda i cerchi, da parte della conosciuta Enneti....
Ma torniamo diretti sul modello e diamo un' occhiata a quanto si vede dalle immagini a disposizione.
Innanzitutto si nota la grande cura posta nel design del modello, dalle linee sinuose ed accattivanti sia nel complesso che nei particolari. La linea sembra essere sinuosamente ininterrotta dal supporto anteriore Glossary Link carrozzeria all'attacco degli ammortizzatori posteriori. Il centro di gravità  appare, a vista, molto basso grazie all'adozione di alcune soluzioni già  viste ma migliorate e ad altre più innovative. Il supporto anteriore carrozza bassissimo che si alza solamente nei punti ancoraggio colonnette, il servo gas in posizione lay-down come sulla Serpent ma con posizionamento della squadretta in esterno, che permette un ricentraggio della massa del servo verso il centro macchina e permette di spostare in basso il Glossary Link leverismo del freno.
La posizione della ricevente, subito dietro al servo del gas, accentra le masse ulteriormente e permette, sembra, di proteggerla con la paratia di fissaggio oltre che con la posizione rivista rispetto ad esempio a Mugen o Kyosho che la portano a fianco del servo gas.
Il servo dello sterzo è in posizione classica, anche se il tirante principale sembra essere più agevole nella regolazione.
La piastra radio sembra ancor più bassa di quelle attuali, tanto che si nota il rigonfiamento anteriore per permettere il posizionamento della puleggia per lo scatto libero anteriore a testimonianza del livello della piastra radio nel complesso del modello. Inoltre i punti di attacco sembrano lasciare libera la parte superiore della colonnetta Glossary Link salvaservo aumentando la facilità  di manutenzione e di installazione dell'impianto radio.
Sempre all'anteriore gli ammortizzatori che sembrano piuttosto classici, con 2 o 3 punti di ancoraggio superiori.
Il paraurti ha un design davvero light con alleggerimenti sui lati per centrare le masse (concetto abbastanza evidente in questo progetto). Sarà  da verificare se il problema della piegatura verso il basso sarà  evidente su questo tipo di bumper come per la concorrenza o se i materiali ovvieranno in qualche modo.
I bracci sospensione anteriori superiori ad ala di gabbiano  assomigliano a modelli già  presentati, tra cui quello attuale della Mugen Mrx4, anche se il fulcro interno sembra essere differente dal solito tecnicamente; ricorda molto la soluzione a pivot ball sull'interno già  propria della Slide Chrome. Inferiormente i bracci non sono ben visibili, ma sembra che i supporti barra anteriore, molto probabilmente a coltello regolabile come orami standard, abbiano una forma insolita, che forse incorpora anche la regolazione del downs stop per il Glossary Link telaio.
Il serbatoio riprende uno dei concetti più evidenti del modello, l'abbassamento del baricentro. La forma estremamente bassa con bocchettone alto sembra degno di nota, anche se sarà  da verificare la presenza di barriere antisbattimento nel suo interno per ovviare a problemi tipici di spente nei curvoni veloci simili a quelli del serbatoio Veteq ' 01. Il Glossary Link tappo incorpora, come per la Evolva 2005, un serbatoio di pressurizzazione  per eliminare le spente alle ripartenze dai rifornimenti; mentre il collo sembra riprendere la soluzione dello scarico per gli eccessi di rifornimento tramite paratie intorno al collo del bocchettone rifornimento.
Elemento abbastanza evidente il roll bar plastico di generose dimensioni, molto probabilmente plastico e non riportato sul supporto posteriore della piastra radio ma in pezzo unico con lo stesso. Pare siano presenti delle sezioni di irrigidimento laterali tra le spalle posteriori e il supporto piastra radio come avviene sulle Serpent.
Il cambio ricorda molto quello della Evolva, ma non si nota nulla di particolare né su questo particolare né sulla frizione. Anche se, vedendo la cura posta nel modello c' è da aspettarsi che goda dell'esperienza maturata sugli altri modelli.
Al posteriore mi ha colpito immediatamente l'assenza dei classici fori per le viti plastiche sulle estremità  del supporto carrozzeria, ma osservando bene le poche immagini disponibili pare che ci sia un sistema innovativo con le estremità  del supporto con snodo che possono essere regolate in inclinazione andando a fare da supporto perfetto per questi punti della carrozzeria in modo veloce e senza dover rimuovere di continuo la carrozzeria per ricalibrare i supporti alla perfezione. I braccini di ancoraggio del supporto ai barilotti posteriori sembrano lavorare piuttosto verticalmente in modo da trasmettere bene senza componenti di spinta laterali (nocive al carico ed al recupero di Glossary Link camber) il valore di carico aerodinamico sui barilotti stessi. Questo in teoria dovrebbe permettere di avere più carico posteriormente a parità  di regolazione dell'airtrim o, ancor meglio, ottenere lo stesso carico sui barilotti con minore taratura dell'airtrim, quindi lasciando migliore aerodinamica e quindi velocità  di punta superiori.
La barra posteriore è regolabile a coltelli con un sistema ormai collaudato sulle concorrenti.

Le immagini in colorazione rivisitata , la mancanza di cardani anteriori, il posizionamento di un motore non BP Racing  come sarebbe logico aspettarsi, sembrano suggerire che la presentazione riguardi il solo prototipo visibile su inovodesign.com piuttosto che un modello ormai definitivo, per il quale tutte le informazioni dettagliate vengono ora rimandate alla Fiera di Norimberga (dal 2 al 7 febbraio). A Norimberga quindi potrete ammirare allo stand E23 pad H8 il modello Motonica P.8 in veste definitiva e si potranno ottenere finalmente ulteriori informazioni in merito a questa inaspettata novità .

Bikko


Links utili
¢ www.motonica.com il sito del modello
¢ www.fastom.com il sito della azienda che la produce/commercializza
¢ www.inovodesign.com nelle sottosezioni cosa  e prototipazione 

Chi siamo

Ho fondato RCBazar.net nel Marzo 2003 e lo gestisco praticamente da solo. Mi trovo spesso nell'impossibilità  di aggiornarlo e per questo motivo ho deciso di aggiungere un modulo di collegamento con la pagina di FaceBook. Per informazioni scrivete a: info@rcbazar.com.