RCBazar utilizza i cookie. Chiudendo questo banner, cliccando su OK, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie

Ho fondato RCBazar.net nel Marzo 2003 e lo gestisco praticamente da solo. Mi trovo spesso nell'impossibilità  di aggiornarlo e per questo motivo ho deciso di aggiungere un modulo di collegamento con la pagina di FaceBook. Per informazioni scrivete a: info@rcbazar.com.
Top Panel
Sabato, 17 Agosto 2019
- - - - - -
A+ R A-

4M EVO 01 - 1/8 4wd pista

  • 28 Gen 2005
Ciao a tutti allego foto di un modello da pista 1/8. Se la riconoscete, potreste darmi informazioni....
Grazie


Il modello è una fantastica quanto sfortunata 4M Evo 01. Il progettista, il Sig. Quadrana, è un veterano della velocità  anche in scala 1:1.
Si tratta di un modello rivoluzionario uscito nella prima metà  degli anni 90. Era costruito completamente in alluminio e ricalcava la "fissazione" di Quadrana di voler diminuire la dispersione di potenza disponibile nei motori attraverso una nnuova concezione di trasmissione a cinghia che utilizzava due sole cinghie.
L'avantreno ed il retrotreno cercavano di migliorare lo scarico di potenza a terra e aumentare la trazione tramite un sistema di monobracci a leva infulcrati diversamente dal solito. Le molle erano regolabili e di tipo a torsione. Gli ammortizzatori erano simil-BMT ma in alluminio, molto belli e funzionali
Si può definire un prototipo avanzato più che un vero e proprio successo commerciale.
Costava all'epoca 1.150.000 lire
Ne sto restaurando una e posso dirti che il cambio era sostanzialmente uguale al BMT, i cerchi ant sono BMT (poco reperibili) o modificabili nel tipo SG RedOne (in commercio) con modifica al trascinatore, posteriormente sono uguali allo standard SG-BMT ancora in commercio.
Le puleggie e la trasmissione permettevano poche modifiche dato il passo fine e la commistione pulegge in alluminio e in plastica, ma qualcosa si riesce a fare per rimetterla in funzione. Ottimo il freno, da regolare bene a livello tiranteria per renderlo modulabile.
Attenzione ai finecorsa- regolatori di tensione delle molle poste sugli snodi dei bracci che possono rompere la sede compromettendo il buon funzionamento delle sospensioni, sono un punto debole come la rigidità  elevata che poteva incrinare in qualche modo i servi (da montare su antivibranti) e le orecchie del serbatoio. Quest'ultimo è sostituibile col classico modello SGnew-Mantua. Il cambio è molto affidabile, basta tenerlo pulito e lievemente lubrificato. Strano e non particolarmente azzeccato il supporto posteriore Glossary Link carrozzeria, che rendeva il retrotreno, insieme allo schema troppo innovativo e sofisticato delle geometrie, molto saltellante. Ottima la tenuta su fondi con molto grip e la stabilità  delle regolazioni data dalla realizzazione metallica dell'insieme. Molto sensibile e precisa nelle regolazioni, anche decismente pesante (10-15 % oltre la concorrenza).
Il modello in tuo possesso può essere ripristinato ma con costi da appassionato restauratore.
La mia mail è Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. interpellami sia che tu sia interessato a qualche ricambio per restaurarla sia che tu sia interessato a sbarazzartene.

Fabrizio Bikko Bocchi


bellissima!!!! ecomodel nel 1994 ha dedicato due prove, ne sono state fatte due versioni, e se non ricordo male ( quando passo dai miei controllo le riviste)nella prima versione poteva montare un cambio a 4 marce, correggetemi se sbaglio.
speriamo di vederla presto restaurata, complimenti
ciao a tutti
sem


La prima versione, come quella del nostro amico, era dotata di un retrotreno molto particolare come risulta da foto, ridefinito profondamente nella versione successiva con l'adozione di ammortizzatori a molle coassiali posti in posizione più tradizionale. Il cambio, come molti altri particolari, era simile se non in alcuni casi, di derivazione diretta dal tipo Blitz Model Tecnica, questo garantiva la possibilità  di arrivare ad utilizzare il particolarmente sofisticato e delicato 3 marce. Dubito esistesse una versione commerciale 4 marce, se non altro per l'eccessivo sbalzo richiesto dalla campana.

Bikko


hai ragione, sono andato a rivedermi le vecchie riviste, mi sono sbagliato con un altro modello "special" la SVM EVOLUTION che poteva montare un cambio a 4 marce, ed era molto particolare, la ricordi? (anno 1992)
Al mercatino del festival dei motori di Montichiari ho visto una EVO 4m come quella nella foto, sono stato proprio stupido a nn prenderla....
ciao a tutti
sem

Chi siamo

Ho fondato RCBazar.net nel Marzo 2003 e lo gestisco praticamente da solo. Mi trovo spesso nell'impossibilità  di aggiornarlo e per questo motivo ho deciso di aggiungere un modulo di collegamento con la pagina di FaceBook. Per informazioni scrivete a: info@rcbazar.com.