RCBazar utilizza i cookie. Chiudendo questo banner, cliccando su OK, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie

Ho fondato RCBazar.net nel Marzo 2003 e lo gestisco praticamente da solo. Mi trovo spesso nell'impossibilità  di aggiornarlo e per questo motivo ho deciso di aggiungere un modulo di collegamento con la pagina di FaceBook. Per informazioni scrivete a: info@rcbazar.com.
Top Panel
Martedì, 16 Luglio 2019
- - - - - -
A+ R A-

Gold Evo Manutenzione

  • 20 Ott 2003
Alla fine di ogni competizione o di una giornata di prove, sarebbe meglio per consentire al nostro modello un vita più lunga, un ciclo di controlli e di manutenzione che ne preservino il corretto funzionamento. Di seguito elencherò le operazioni che sono solito fare, sperando possano essere di aiuto a chi come me ha cominciato da zero...
I Trascinatori
Per prima cosa tolgo le ruote, subito dopo controllo che i dadi per il serraggio delle gomme non abbiano la filettatura rovinata onde evitare al loro riutilizzo di rovinare i trascinatori, anche se non è del tutto necessario preferisco smontare il trascinatore togliendo i due grani e innanzitutto controllo l'usura degli stessi rimontando poi gli stessi con l'ausilio del frena filetti. Ho visto che c' è chi per non smontare del tutto i trascinatori controlla il serraggio dei grani svitandoli un po' per poi riavvitarli, facendo così però la tenuta degli stessi con il frena filetti antecedentemente messo viene seriamente compromessa.
La piastra radio
La seconda cosa che tolgo è la piastra radio, che tra l'altro è il blocco più ingombrante che abbiamo sul modello e una volta tolto, consente a occhio di fare una prima diagnosi degli organi in movimento che si celano dietro di lei . Una volta tolta controllo lo stato dei fili dei servi e della ricevente, dedicando maggior attenzione a quest' ultima togliendola dalla porta ricevente (se si ha). Naturalmente l'interno deve essere asciutto e deve essere pulito dalla polvere che si forma al suo interno, una volta pulita la ricevente a secco, provvedo alla rimozione di eventuale sporco dai fili e dai servi al limite con un panno poco umido ma mai bagnato, l'acqua è la loro peggior nemica.
Il serbatoio
Proseguo con lo smontare il serbatoio già  vuotato in pista, lo pulisco e verifico su tutta la sua superficie che non ci siano strani segni o crepe, quello che mi è capitato parecchie volte è che il lato che dà  verso il freno si sia rovinato dovuto allo sfregamento contro il disco, il tutto causato da una posizione errata di montaggio, quindi quando si rimonta, bisogna far attenzione di lasciare spazio necessario a far si che non si tocchi ne il freno e neanche la marmitta, inoltre per un corretto funzionamento è consigliabile lasciare sempre un minimo di movimento (gioco) al serbatoio per evitare il formarsi di bolle d' aria nella miscela. Un altro controllo da effettuare sul serbatoio è la verifica di sporco al suo interno, è molto facile infatti durante una gara o una prova che della polvere o piccoli residui di terra si fermino proprio sotto il Glossary Link tappo ed una volta aperto per rifornire lo sporco và  a finire direttamente dentro il serbatoio. Altro controllo indispensabile è verificare che sia il tubo della benzina, il tubo del recupero gas ed eventuali filtri non abbiano ostruzioni o infiltrazioni che potrebbero farci dannare per la Glossary Link carburazione.
Il tirante centrale posteriore
Smonto adesso il tirante, bisogna fare molta attenzione alla lunghezza di questo pezzo che sia come descritta sul manuale, infatti può capitare che con misure minori si rischi di imbarcare il Glossary Link telaio appena si urta l'avantreno.
I Supporti scomponibili
Tolgo adesso il supporto scomponibile centrale e le pastiglie dei freni che sono fissate su di esso quest' ultime poi devono essere sgrassate e al limite se si erano riscontrati dei problemi di frenatura si possono carteggiare leggermente con della carta vetrata fine . Tolgo ora anche lo scomponibile posteriore. Nel rimontare gli scomponibili, và  fatta molta attenzione che i bicchierini fissati sul palo rigido siano liberi di girare e che non tocchino le plastiche, altrimenti una volta fissate le plastiche degli scomponibili si avrà  il modello frenato.
Il palo rigido
Siamo arrivati al palo rigido, è indispensabile cominciare a controllare l'usura dei bicchierini, il corretto scorrimento dei due cuscinetti, i grani che non si siano smollati e le viti che fissano la corona, che più di una volta ho trovato un po' allentate.
I Salva servi
Ora procedo con la rimozione dei salva servi, anche in questo caso una volta sfilati gli stessi dalle colonnine bisogna prestare attenzione che la misura del tirante collegato tra i due non venga variato, se inavvertitamente viene fatto e non ci si ricorda la misura, quella data dalla casa madre è di 77 mm fuori tutto. Se i salva servi sono su cuscinetti bisognerà  provvedere alla loro pulizia e al successivo ingrassaggio per migliorarne la scorrevolezza, non dimentichiamoci che una volta ripuliti prima di montare la piastra di irrigidimento vanno inserite attorno alla sede di fissaggio delle viti dei salva servi, delle rondelle di diametro opportuno che serviranno a proteggere i cuscinetti dallo sporco.
Gruppo Posteriore / Anteriore
Per gruppo posteriore intendo tutti i pezzi che formano il retrotreno ovvero i castelli, i braccetti superiori e inferiori, i portamozzi, le casse del differenziale, gli ammortizzatori, il differenziale, i trascinatori e i cardani. Personalmente trovo più comodo smontare il tutto in blocco svitando le quattro viti dei castelli e le quattro viti delle casse, comunque ciò non implica che debba essere fatto così, tutto dipende da come uno è più comodo. Avendo adesso tutto il blocco in mano, sfilo la forcella (ferro a u) e faccio uscire dai castelli le casse che contengono il differenziale, apro le casse e verifico innanzitutto che i denti dell'accoppiamento conico pignone corona siano in buono stato, inoltre verifico che le viti della corona che sono fissate sul differenziale non siano allentate, sfilo dalle casse i 2 cuscinetti che ospitano il pignone e provvedo alla loro pulizia e lubrificazione, una volta rimontato bisognerà  verificare che l'accoppiamento pignone corona non sforzi troppo o non abbia troppo gioco onde evitare spiacevoli sgranate, se necessario inserire o togliere i rasamenti che vengono messi tra pignone e cuscinetto. Procedo ora con la pulizia e lubrificazione dei due cuscinetti fissati sul differenziale, controllo i bicchierini del differenziale e naturalmente controllo che il differenziale non abbia strani giochi, sarebbe meglio per precauzione, aprire il differenziale e controllare i denti dei satelliti e dei planetari e reingrassare il tutto, anche se molto dipende da che tipo di uso si fa del modello, scadenze precise non esistono. Per quanto riguarda il portamozzo sfilo i due cuscinetti e procedo alla loro pulizia e lubrificazione ricordando una volta che si reinserisce il trascinatore di mettere una goccia di frena filetti tra trascinatore e cuscinetto per evitare la prematura usura del trascinatore stesso . Per quanto riguarda il gruppo anteriore non varia nulla, fatta eccezione per il differenziale che è a sfere, qui bisognerà  verificare la scorrevolezza delle stesse e che non siano deformate, ricordiamoci che al momento di stringere la ghiera di non avvitare troppo in fondo onde evitare la rottura della stessa.
Gli Ammortizzatori
Personalmente dedico parecchia cura agli ammortizzatori, infatti nell'assetto della macchina risultano essere uno dei punti più nevralgici . Una volta tolta la molla e data una prima pulita allo stelo, verifico che lo stesso non si storto, conseguenza non rara se ogni tanto si và  a sbattere, ovviamente nel caso in cui lo stelo sia storto và  sostituito, ma alcune volte mi è capitato di avere lo stelo diritto e uno scorrimento non lineare, il tutto dovuto dall'eccessiva usura degli o-ring e delle plastiche che vengono inserite prima e dopo degli o-ring. Nel caricare nuovamente l'ammortizzatore seguo sempre (come insegnatomi sul forum M.M.) che allo schiacciamento dello stelo fino in fondo ne consegua una sua uscita non maggiore al mezzo centimetro, in caso contrario bisognerà  provvedere all'eliminazione dell'olio in eccesso. Ricordiamoci inoltre al momento di fissare gli ammortizzatori che le viti che sono fissate sul supporto ammortizzatore e sui baffetti  siano dritte ed inoltre una volta che si va a mettere il dado auto bloccante di non stringerlo ma di lasciare un po' di gioco che serve per il corretto funzionamento dell'ammortizzatore sia sopra che sotto.

Chi siamo

Ho fondato RCBazar.net nel Marzo 2003 e lo gestisco praticamente da solo. Mi trovo spesso nell'impossibilità  di aggiornarlo e per questo motivo ho deciso di aggiungere un modulo di collegamento con la pagina di FaceBook. Per informazioni scrivete a: info@rcbazar.com.