RCBazar utilizza i cookie. Chiudendo questo banner, cliccando su OK, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie

Ho fondato RCBazar.net nel Marzo 2003 e lo gestisco praticamente da solo. Mi trovo spesso nell'impossibilità  di aggiornarlo e per questo motivo ho deciso di aggiungere un modulo di collegamento con la pagina di FaceBook. Per informazioni scrivete a: info@rcbazar.com.
Top Panel
Sabato, 22 Settembre 2018
- - - - - -
A+ R A-

S4 by Special Parts Competition

  • 28 Nov 2005

Dopo avervi presentato l' Mz1 Revolution dell' amico Fabio Boero questa volta ho la fortuna di avere per le mani un altro modello con trasmissione a cinghia destinata alla categoria Rally Game.
L' S4 prodotta dalla Special Parts Competition by Bianchi di Bianchi Maurizio titolare del negozio Ho Modellismo di Piacenza a differenza dell' Mz1 non è un modello ex-novo appositamente nato per la categoria, ma è un modello derivato dalla Rally Race XS a cardani prodotta dalla Mantua Model.
Ma facciamo prima una breve cronistoria per capire come si è arrivati all' S4 . Inizialmente la Special Parts Competition by Bianchi ha iniziato, e continua, a produrre accessori in ergal 70/75 per il modello a cardani della ditta mantovana, ricordiamo il Glossary Link telaio fresato, primo particolare prodotto, poi le C a 10° di Caster, i barilotti post. per poter accorciare il passo, il supporto del gruppo centrale scomponibile, i piastrini per gli ammortizzatori con diverse possibilità  di inclinazione degli stessi, il differenziale Torsen con ingranaggi inclinati a 45° , i braccetti inferiori con apposite barre a coltello, gli ammortizzatori e molti altri particolari, ( difficile ricordarli tutti ! ) tutti rigorosamente anodizzati i rosso, colore ormai diventato il marchio di fabbrica della Special Parts Competition by Bianchi.
Con l' avvento nel Rally Game dei vari modelli a trasmissione a cinghia si è pensato per stare al passo con i tempi migliorando ciò che già  c' era di buono, senza creare un nuovo modello ma utilizzando buona parte del materiale già  esistente, differenziali, montanti, braccetti e quant' altro, mantenendo in primis le stesse geometrie.
Dopo lunghi Test si è arrivati a produrre un Kit composto da un telaio, supporti differenziali, assi, pulegge e cuscinetti, cinghie, piastra radio e altri particolari, dando modo anche a chi fosse già  in possesso di una Rally Race standard di cambiare solo la trasmissione e non il modello, mantenendo tutti gli altri particolari, serbatoio, colonnine, bracci, montanti, castelli amm., ammortizzatori, salvaservi, etc, etc.
La trasmissione seppur a cinghia è rimasta invariata nei rapporti , con pulegge a 30 denti sui differenziali e da 10 sui rinvii, con un rapporto 1 a 3 come nella trasmissione cardanica con coppie coniche con 45 denti sulla corona e 15 sui pignoni, le due laterali hanno 15 denti mantenendo invariata la trazione tra i due treni. Le cinghie sono passo XL preferito ad altri più in voga per la maggior scorrevolezza e sopratutto per la maggior affidabilità  e durata. La normale evoluzione ha poi portato a produrre per l' Glossary Link avantreno anche i pivot ball in ergal con braccetti inferiori e superiori specifici, mantenendo lo stesso interasse del modello.

Adesso vediamo di analizzare più profondamente l' S4, nel specifico quella di Mirko Bianchi.
Innanzitutto tengo a precisare, come ho fatto per il modello di Boero, di non prendere dal Set-up le impostazioni di questo pilota per oro colato, primo perché ognuno di noi guida in modo diverso e la macchinina è importante sentirsela  in base al proprio stile di guida, secondo perché difficilmente molti di voi, come il sottoscritto, hanno i pollici di piloti del calibro di Mirko !
Comunque più avanti per i meno dotati  come me vi scriverò anche un mio personale Glossary Link assetto un po' più Soft !!!
Mirko predilige un modello sì aggressivo ma anche che scorra  il più possibile durante la percorrenza delle curve, per cui come potrete leggere dalla scheda del Set-up, sull'anteriore viene preferito al differenziale a sfere, in uso su buona parte dei modelli in circolazione, un differenziale Torsen a 45°, ovviamente by Bianchi, caricato con grasso di gradazione 1.000.000.
Questo grasso viene utilizzato di base non per dare più trazione, in quanto il Torsen tira  per azione meccanica e non in base alla gradazione di grasso che si mette al suo interno, ma per evitare il tipico effetto del Torsen che in Glossary Link rilascio si libera  come se fosse uno scatto libero, con inevitabile instabilità  dell' avantreno e con un inserimento in curva decisamente eccessivo !
Senza contare che in caso di pista o piazzale decisamente sporchi e specialmente in caso di pista bagnata il Torsen diventa un prezioso alleato per chi è alla guida del modello !
Oltre a questo parametro per aumentare la scorrevolezza del modello noterete anche una scarsa convergenza al post. senza per questo avere un modello ballerino sul post.
Questo si riesce ad avere grazie all' utilizzo del passo lungo del modello, sia per quanto riguarda il telaio ( versione Rally Race ), che per l' attacco dei pivot ball sui bracci inferiori sull' ant. che riportano esattamente la stessa misura del vecchio avantreno con le C e i fuselli impernati su di esse .
A seconda della tipologia delle piste comunque questo parametro può essere variato spostando il Glossary Link fusello post. sul braccetto. Tutto avanti in tracciati con parecchio misto stretto e indietro 2/4 mm. su piste con curvoni veloci .
Questa soluzione apporta anche una particolarità  di derivazione fuoristradistica, ove Mirko ha militato per parecchi anni con ottimi piazzamenti (viene utilizzato per evitare di spanciare il telaio in accelerazione sulle buche) , in pratica utilizzando il passo corto avendo il semiasse post. disassato in avanti rispetto al punto d' uscita dal differenziale, in accelerazione il post. che normalmente tende a schiacciarsi verso l' asfalto viene contrastato dal movimento disassato del semiasse appunto, annullando in parte quest' effetto di schiacciamento. Altro parametro mantenuto sull' S4 di Mirko dal vecchio modello da Rally Game di provenienza è la misura della Glossary Link carreggiata anteriore, in pratica uguale alla posteriore.
E così come si faceva agli esordi del Rally Game con le gomme P7 della Mantua, termiche o sintetiche che fossero, Mirko continua correre con 4 gomme uguali , anche oggi con le Ellegì utilizza mescola A sia al post. che all' ant. Altra nota personale di Mirko, ma che in molti adottano, io compreso, è il posizionamento degli ammortizzatori posteriori nella parte anteriore del braccetto.
A tale proposito vi sono varie scuole di pensiero, c' è chi dice che messi posteriormente diano un pelo di tenuta in più mentre c' è chi pensa che montati davanti il modello segua di più il raggio della curva portandolo a chiudere di più la curva durante la percorrenza della stessa .
Ognuno, dopo aver provato le due soluzioni, è libero di metterli come preferisce e non avendo sull' S4 nemmeno il problema del surriscaldamento dell' ammortizzatore di sinistra troppo vicino al collettore di scarico si può scegliere liberamente, sicuramente avendoli davanti si evitano problemi di rottura per eventuali tamponamenti !!!
Visto che parliamo di ammortizzatori vediamo anche che Mirko utilizza molle da 2,8 mm ( le rosse ) sia sul post., per evitare fenomeni di Glossary Link rollio, che sull' anteriore per dare una maggior aggressività  in entrata in curva seppur poi l' avantreno tenda leggermente a scivolare durante la percorrenza della stessa, ma gestibile, dando del gas !!!
Bè direi che questo è tutto per quanto riguarda l' S4 di Mirko, potete scaricarvi il suo Set-up in formato Excel e farvene delle copie variando le misure e i parametri per il vostro modello in base ad ogni tracciato, in modo da ricordare sempre, anche da un anno all' altro, l' assetto usato su una determinata pista , partendo da casa già  avanti col lavoro d' assetto !

E noi, vi starete chiedendo ?
No non mi sono dimenticato di voi pollici normo dotati come me !!!
Dunque , io ho provato la mia Ebx-1 Sp ( che comunque ha una diversa distribuzione dei pesi e montanti modificati nelle altezze ) con l' assetto di Mirko e pur essendo molto bella da guidare in alcuni punti, in altri mi riusciva un po' difficile da governare, in quanto un po' nervosetta ! Ma sono i pollici credetemi , basta vedere com' è veloce e bella da veder girare quella di Mirko, in mano a lui ovviamente !
Cerco per cui di adattare quest' assetto alle mie capacità  e alla diversa configurazione del mio modello.
Come prima prova monto gomme B all' anteriore, e va' già  decisamente meglio, molto meno scorbutica ma adesso volta poco, allora restringo la carreggiata ant. di circa 2.5 mm per parte, ora volta pure troppo e quindi facilmente parte il post., porto la convergenza post. a quasi 3° e aumento leggermente il Glossary Link Camber alle ruote anteriori e il problema sparisce completamente.
Macchinina quasi perfetta, quel quasi però mi porta a fare un ulteriore prova per vedere se il comportamento migliora o peggiora e allora monto le molle gialle da 2.5 mm sull' anteriore, una favola, adesso è perfetta, inserisce e volta senza problemi, chiude bene tutte le curve sia in rilascio che sotto motore senza scomporsi e posso dare gas in uscita di curva spesso anche in anticipo senza rischiare di andare in testa-coda e nel misto stretto o nelle chicane la macchina scorre senza perdite di tempo prezioso ai fini cronometrici !

Questo è quanto, come già  detto per Mirko anche il mio set-up è da prendere con le molle visto il modello differente e poi non è detto che quello che và  bene e piace a me dia lo stesso risultato sul vostro modello o piaccia anche voi !

Clapton

Potete scaricare quì il Setup pubblicato


Links utili
¢ Special Parts by Bianchi Competition

Chi siamo

Ho fondato RCBazar.net nel Marzo 2003 e lo gestisco praticamente da solo. Mi trovo spesso nell'impossibilità  di aggiornarlo e per questo motivo ho deciso di aggiungere un modulo di collegamento con la pagina di FaceBook. Per informazioni scrivete a: info@rcbazar.com.