RCBazar utilizza i cookie. Chiudendo questo banner, cliccando su OK, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie

Ho fondato RCBazar.net nel Marzo 2003 e lo gestisco praticamente da solo. Mi trovo spesso nell'impossibilità  di aggiornarlo e per questo motivo ho deciso di aggiungere un modulo di collegamento con la pagina di FaceBook. Per informazioni scrivete a: info@rcbazar.com.
Top Panel
Domenica, 22 Luglio 2018
- - - - - -
A+ R A-

Montaggio della Pentium 2 - 2a fase

  • 23 Dic 2005

Continuiamo il montaggio della Pentium 2. In questa fase affronteremo i montanti, le sospensioni, supporti ammortizzatori e Glossary Link carrozzeria, bracci, fuselli e per finire i trascinatori con i cardani e gli omocinetici ...
Vi ricordiamo che le immagini più significative sono disponibili anche in alta definizione cliccando sull'immagine dell'articolo...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Alcune immagini del gruppo Anteriore con il supporto ammortizzatori e il supporto carrozeria sui montanti.
Per facilitare il montaggio dei montanti il manuale consiglia di filettare con un maschio M4 i primi 5-6mm in modo che la vite entri perpendicolare al montante. La vite stessa provvederà  a filettare la restante parte del supporto garantendo un'ottima tenuta....
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Il gruppo posteriore, potete notare il nuovo supporto carrozzeria, la nuova piastra ammortizzatori con i distanziali filettati e la barra antirollio superiore. Se, come me, preferite utilizzare viti passoM al posto di quelle autofilettanti, vi consiglio di misurare bene la profondità  disponibile per evitare di spanare i supporti avvitando una vite troppo lunga. Anche le boccoline della barra antirollio sono progettate per le viti autofilettanti da 3,9mm, inserendo una vite M4 andremo a premere sulla plastica pregiudicando la scorrevolezza della barra stessa. Ripassate quindi il foro con una punta da 4/4.1mm. Se volete un perfetto Glossary Link accoppiamento come nell'ultima immagine quì sopra, può darsi che dobbiate spianare leggermente il supporto come da fotografia quì a fianco e anche gli spessori in alluminio...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Ecco il Glossary Link telaio, dopo aver montato i due gruppi appena finiti .....



Passiamo ai bracci anteriori, come potete notare la Pentium 2 viene fornita di scatola con due forcelle, quella tradizionale per i bracci inferiori ed una per quelli superiori. Si tratta di una innovazione già  vista da più di un anno ma che era diponibile solo come optional. La forcella, forse non è leggera come i due perni, ma permette di smontare i bracci superiori molto velocemente e garantisce anche un lasco molto contenuto quasi inesistente. La barra anteriore è da 2,5mm nel nuovo disegno ad ancorarsi sui bracci in posizione più esterna favorendo la leva.




Sia per i bracci superiori che quelli inferiori, suggeriamo di utilizzare un maschio per filettare i primi 4/5mm e garantirsi un inserimento perfettametne in asse delle sfere M6 dei fuselli pivottanti.




Con il trapano, utilizzando una punta da 1,5mm forate il supporto carrozzeria per avvitare la vite che blocca in sede la forcella superiore ...




Per agevolare lo smontaggio della forcella, io utilizzo una fascetta robusta che, nella posizione fotografata, non da alcun problema al modello...


I fine Glossary Link corsa forniti dal kit sono due brugole con un dado da posizionare con frenafiletti dalla parte del contatto con il telaio, per migliorare l'appoggio. Visto che con la disposzione dei bracci dell'avantreno pivottante risulta comunque scomodo accedere alla regolazione della brugola dall'alto, io preferisco utilizzare due viti M4 testa esagonale e le registro lateralmente con una chiave aperta del 7...
Nel braccio a sinistra dell'immagine la soluzione originale Mantua, nel braccio a destra la mia soluzione personale...



I bracci anteriori sono predisposti per ospitare sia barre da 2,5mm che da 3mm, quindi se utilizzate quelle da 2,5mm avrete un po' di gioco a discapito della precisione della barra. Non è importantissimo, lo sappiamo tutti che all'anteriore oramai la tendenza è quella di non far incidere troppo la barra. Io comunque ho deciso di spessorare la barra da 2,5 con una guaina termorestringente che la porta ad un diametro di 3mm, inserendosi con precisione e senza giochi nel braccio...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...

Quì sopra una serie di immagini dei bracci montati. Non dimenticatevi di spessorare anche il braccio inferiore come mostrato nell'ultima immagine...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Passiamo ai bracci posteriori, ecco il nuovo kit modificato dal vecchio stampo. Come potete notare le quote sono rimaste identiche, questo ci permetterà  di utilizzare i vecchi ricambi senza alcun problema. Basterà  fresare il braccetto superiore per posizionarlo a cavallo del supporto.
Il nuovo kit prevede anche l'attacco largo per la barra inferiore simile a quella anteriore. Le due barre però non saranno intercambiabili in quanto quella posteriore sarà  più larga con una leva maggiore. Questa nuova barra non è ancora disponibile in Mantua, ma pensiamo che fra poche settimane lo sarà . Potremo così sperimentare il modello con e senza la barra superiore...
Per ultimo potete notare che è stato chiuso uno scasso nel braccio superiore e due in quello inferiore. Il tutto dovrebbe garantire un'ulteriore robustezza al retrotreno...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Quì sopra le immagini dei bracci montati sul gruppo posteriore. Per il momento abbiamo montato la barra inferiore fornita in scatola. Questo ci permetterà  di provare il modello nella abituale configurazione della Pentium 1 o della EVO 5 ....
Quì a fianco un particolare del collarino che ferma la forcella inferiore. Io ne utilizzo solo uno e faccio attenzione a poter accedere al grano da sotto il telaio....
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Ecco i fuselli, i trascinatori, omocinetici, cardani e tutto quanto ci garantisce la motricità  alle ruote del nostro modello...

Montiamo i cuscinetti sui fuselli, facendo attenzione a posizionarli completamente nelle apposite sedi. I cuscinetti sono delicati, sconsigliamo di farli entrare violentemente con martellate o simili. Io utilizzo una piccola morsa e con spessori del giusto diametro, spingo il cuscinetto piano piano in sede...

Montiamo i trascinatori con una piccola goccia di frenafiletti blu a garantire un ottimo accoppiamento tra il cuscinetto esterno ed il trascinatore stesso. Attenzione a non utilizzare mai troppo frenafiletti in quanto potrebbe entrare nel cuscinetto pregiudicandone la scorrevolezza ...



Quando inserite i perni ruota e gli omocinetici nei fuselli, spessorateli adeguatamente per ottenere una buona scorrevolezza senza tuttavia avere troppo lasco...




Sporcate leggermente di grasso la sfera in teflon prima di inserirla nel Glossary Link fusello...
Qualora le sfere risultino leggermente troppo grandi e ruotassero nella loro sede con un po' di atrito, potete rimuovere una sottile patina con carta vetro mettendo la sfera su un trapano come fosse un utensile...
Controllate che i registri sfera non abbiano bave e siano perfettamente lisci, eventualmente lisciateli con un po di carta vetro sottilissima...
Avvitate i registri con grande attenzione,utilizzando una brugola con un pezzo di tubo di silicone come guida e cercate di avvitarli senza spanare il filetto esistente. Bisogna avere molta pazienza fino a che non si avvertirà  il registro avvitarsi senza alcuna resistenza, per poi indurisi progressivamente nella sede conica. Stringete lasciando le sfere senza gioco ma libere di muoversi nella loro sede senza atriti...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Nell'ultima serie di immagini potete notare i fuselli montati sui bracci con i cardani tradizionali al posteriore. Il manuale consiglia il tirante del Glossary Link Camber (Campanatura) a 12-13mm (punto A)
Attenzione, montate il fusello nel giusto verso: La parte dritta deve guardare il posteriore del modello, la parte curva quindi è frontemarcia...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Clicca quì per vedere l'immagine in alta definizione...
Il consiglio per la Glossary Link carreggiata anteriore è quello di tenere una distanza di 8/9mm sul braccio inferiore (punto B) e di 10/11mm su quello superiore (punto C). Chiaramente la regolazione del punto C modificherà  il Camber Anteriore mentre quella del punto B regolerà  la carreggiata. Per una regolazione finale, montando gomme tipo Ellegi dovreste ritrovarvi una misura in basso da esterno gomma destra a esterno gomma sinistra di 30cm e in alto circa 29,5cm....

Quì vi lasciamo e augurandovi un Buon Natale ed un Felice Anno Nuovo, vi diamo appuntamento fra qualche giorno, per l'ultima fase del montaggio di questo modello....



Chi siamo

Ho fondato RCBazar.net nel Marzo 2003 e lo gestisco praticamente da solo. Mi trovo spesso nell'impossibilità  di aggiornarlo e per questo motivo ho deciso di aggiungere un modulo di collegamento con la pagina di FaceBook. Per informazioni scrivete a: info@rcbazar.com.